Il calcio piange la scomparsa di Rino Santin. Allenò la "Real" Cavese

Santin
Santin

Un lutto grave ha colpito il mondo del calcio stamani: ci ha lasciato Rino Santin, allenatore e precedentemente calciatore di diverse squadre campane.

Uomo d'altri tempi, benefattore e galantuomo: rimarrà per sempre il simbolo della Cavese dei miracoli, quella che fece il salto in B e sfiorò la Serie A. Cava de' Tirreni è stata per lui una patria d'adozione, lì dove viveva con la sua famiglia e dove aveva scritto una pagina indimenticabile del calcio italiano, la favola di Milan-Cavese 1-2.

In Campania ha allenato anche Nocerina, Battipagliese, Paganese, Benevento e il Napoli in Serie A. Fuori regione ha allenato in piazze prestigiose come Potenza, Catania, Bologna e Lecce.

Il cordoglio della Cavese Calcio:

Protagonista dei giorni indimenticabili della nostra gloria calcistica, straordinario uomo di sport, illustre concittadino, ha contribuito a scrivere le pagine più belle della storia della Cavese.

Lascia un vuoto incolmabile, il dolore della perdita è attenuato dal lascito del patrimonio morale tramandato alla famiglia ed alla Città, fatto di lealtà, riservatezza, rispetto per gli altri, dedizione al lavoro, grande umanità.

Alla moglie Elvira Della Monica, ai figli, a tutti i parenti, l’abbraccio infinito della squadra che egli ha amato sopra ogni altra.

Daniele Luciano