Lecce, dal passato arriva in "regalo" una multa da 9.000€

Tribunale Federale
Tribunale Federale
- 20489 letture

Ieri al Lecce è stata inflitta un'ammenda da 9.000€ a causa di fatti relativi alla stagione calcistica 2011/2012. Senza entrare troppo nei dettagli alla società di allora veniva contestato un conflitto di interessi tra l'allora agente del calciatore Rodney Strasser e l'allora agente della società del Lecce. L'attuale società aveva chiesto la prescrizione, ma nella seduta di ieri del Tribunale Federale è stata respinta la richiesta ed è stata comminata la multa. Ecco lo stralcio della decisione del Tribunale Federale:

"Dalla documentazione agli atti e dalle audizioni rese nel corso del procedimento, è accertato la responsabilità oggettiva della Società US Lecce Spa, in quanto il Legale rappresentante della stessa si è avvalso dell’opera professionale dell’Agente Pasqualin nel contratto sottoscritto tra il sodalizio sportivo e il calciatore Rodney Strasser, quest’ultimo assistito, in assenza di formale mandato conferito, dal Sig. Andrea D'Amico. La Procura ha altresì dimostrato che il Sig. D’Amico e il Sig. Luca Pasqualin sono entrambi soci della P.D.P. Srl, società avente ad oggetto l'attività di agenti di calciatori alla quale entrambi conferiscono i proventi derivanti dalla loro attività e tale situazione determina anche il contestato conflitto di interessi. Il Tribunale ritiene congrua e rispondente alla finalità afflittiva, anche in considerazione del mancato adempimento del menzionato accordo ex art. 23 CGS, la sanzione chiesta dalla Procura Federale. P.Q.M. Il Tribunale Federale nazionale, Sezione disciplinare infligge alla Società US Lecce Spa, la sanzione dell’ammenda di € 9.000,00 (Euro novemila/00)".

Matteo Pagano