Pescara-Lecce 4-2: i giallorossi in 9 crollano solo nel finale

Tabanelli
Tabanelli

Il Lecce ingiustamente in nove lotta fino alla fine, ma proprio sul finale crolla contro un Pescara a cui è riuscito a tenere testa. Segnali più che positivi dei giallorossi.

Primo tempo. Pronti-via e i padroni di casa partono subito forte e al 3'passano subito in vantaggio: progressione di Memushaj fino in fondo, cross al centro e Mancuso anticipa tutti di testa mettendo la palla in rete. Il Pescara domina per gran parte del primo tempo affidandosi alla velocità dei propri attaccanti sempre pronti a giocare di ripartenza. I giallorossi sembra non riescano a trovare le giuste contromisure. Al 22' i padroni di casa trovano il raddoppio: da calcio d'angolo cross perfetto in area, Gravillon anticipa tutti e di coscia riesce a deviare in porta. Per il Lecce è una mazzata e gli uomini di Liverani subiscono il colpo. Segue una fase con ritmi più bassi, ma con il Pescara sempre padrone del campo. Al 39' primo segno di reazione per i giallorossi: Fiamozzi con un rasoterra serve Palombi che deve solo correggere in porta, ma il tiro è impreciso. Gli ospiti riaprono la gara nel secondo minuto di recupero: gran tiro di La Mantia respinto da Fiorillo, sulla palla però è pronto Palombi che corregge in rete.

Secondo tempo. Il Lecce parte subito alla ricerca del pari e lo sfiora al 50': cross in area che arriva preciso sulla testa di La Mantia, la palla però si ferma sulla traversa. Dal possibile pari però due minuti dopo la squadra di Liverani si ritrova in 10: Calderoni viene espulso per somma di ammonizioni. Il mister corre ai ripari sostituendo Scavone con Marino. Il Lecce non rinuncia ad attaccare e cerca di mettere pressione al Pescara. Al 67' nonostante l'inferiorità numerica i giallorossi trovano il pari: cross di Fiamozzi in area e Tabanelli ci arriva di testa correggendo la palla in porta. Al 76' i giallorossi restano in nove: Meccariello viene espulso per somma di ammonizioni, il secondo cartellino è parso decisamente eccessivo. Liverani quindi in 9 è costretto a mettere fuori le due punte lanciando in campo anche Cosenza. All' 89' i padroni di casa ritrovano il vnataggio con un gran gol di Del Sole che con un bel tiro potente e preciso dal limite dell'area trafigge la porta giallorossa. Al 96' Del Sole in contropiede realizza il 4 a 2 finale.

Matteo Pagano

Leggi altre notizie:LECCE PESCARA