Lecce-Ascoli: prima la paura per Scavone, poi le buone notizie

Lecce-Ascoli, paura per Scavone
Lecce-Ascoli, paura per Scavone

Una partita durata solo 4 secondi. Tanto è bastato, poi la paura ha preso il sopravvento durante Lecce-Ascoli, gara valida per la 22a giornata del campionato di Serie B, in un Via del Mare calato in un silenzio surreale.

La cronaca. Prima dell'inizio del match il sentito minuto di silenzio in ricordo di Mimmo Renna che proprio con Lecce e Ascoli aveva toccato i punti più felici della sua carriera. L'arbitro aveva appena fischiato l'inizio del match, Scavone e Beretta sono protagonisti di uno scontro aereo e ad avere la peggio è proprio il centrocampista giallorosso che perde i sensi e sbatte violentemente a terra.

La paura e i soccorsi - Immediato l'intervento dei calciatori delle due squadre che hanno sollecitato tempestivamente l'intervento degli staff sanitari. All'inizio si teme un arresto cardiaco, ma dalle successive notizie si è poi appreso come il calciatore abbia perso i sensi, tornando vigile poco dopo anche se in stato confusionale. L'ambulanza tarda ad arrivare e deve fare il giro del campo prima di trovare un varco aperto da Mancosu corso subito a spostare i cartelloni pubblicitari aiutato poi da altri calciatori di entrambe le squadre. Nervosismo sugli spalti dovuto anche alla paura e al terrore che si respirava nel vedere il calciatore immobile a terra. Dopo aver seguito tutte le corrette procedure il calciatore viene trasportato in ospedale.

Il rinvio - Troppa la paura in campo per i calciatori di entrambe le squadre che non se la sentono di continuare una partita praticamente mai iniziata. L'arbitro decide di sospenderla in attesa di notizie più certe dall'ospedale e delle decisioni della federazione, attende i canonici 45 minuti e poi annuncia la decisione: rinviata a data da destinarsi.

Le buone notizie - Successivamente al rinvio della gara iniziano a trapelare le prime notizie dall'ospedale: contrastanti come sempre succede in questi casi. Poi il bollettino ufficiale dell'Asl che conferma come il centrocampista sia fuori pericolo: nessuna lesione. Rimarrà in osservazione per 24 ore.

Matteo Pagano

Leggi altre notizie:LECCE