Foggia, Padalino: "Questa squadra reagisce di fronte alle difficoltà"

Le parole del tecnico rossonero
Le parole del tecnico rossonero

E' intervenuto in conferenza stampa Pasquale Padalino, tecnico del Foggia, alla vigilia del derby in programma a Lecce domani alle ore 15 contro i giallorossi. Queste le sue parole:

“Secondo me bisogna dare la precedenza oggi prima di una partita importante proprio sulla gara. È sorto un problema e c’è chi sta lavorando per trovare una soluzione. Ci sono persone che mettono in giro voci sul fatto che non ci siamo allenati ma non è vero perché ci siamo allenati e lo abbiamo fatto bene. Parlo anche delle voci che girano con audio che riportano notizie false. Noi dobbiamo pensare esclusivamente alla partita di domani.

La partita di Cosenza è passata come vinta miracolosamente ma non abbiamo mai subito un tiro in porta. Nel primo tempo la squadra ha giocato bene riuscendo a fare dei fraseggi. Il nostro percorso sta crescendo ed i ragazzi hanno dimostrato di avere la capacità di reagire contro qualsiasi squadra. Domani abbiamo tante motivazioni per fare bene una su tutte è quella di salire in classifica. Difficile inquadrare un derby perché le partite possono prendere strade diverse da quelle che ci si aspetta. Il Lecce è una squadra tra le candidate per salire in serie A. Ci sono i presupposti per prepararla al meglio. Siamo competitivi dal punto di vista mentale e fisico poi sarà il campo a parlare.

Gerbo è ancora squalificato, Galano non è disponibile perché ha avuto la febbre come anche Ingrosso e Zambelli ha fatto due allenamenti ma è in ripresa ed è disponibile come anche Kragl che è da valutare perché si è allenato solo ieri. Anche Martinelli non è disponibile sempre per lo stesso problema alla coscia destra. Deli dovrebbe rientrare settimana prossima, Tonucci è rientrato in gruppo ma non so se lo impiegherò.

Non mi aspetto nulla dai tifosi del Lecce poi se fanno qualche striscione o coro sarò indifferente perché penso alla gara. Mi dispiace che non ci siano i nostri tifosi. All’andata i tifosi del Lecce sono venuti mentre i nostri non possono andare ma andiamo oltre anche a queste ulteriori problematica. Credo che non possiamo pensare di essere indifferenti rispetto a quello che sta accadendo ma dobbiamo essere forti. Loro devono continuare a fare quello che hanno fatto finora con tante difficoltà in situazioni non generate da loro ma che devono saper gestire. Devono provare a vincere domani come in tutte le altre partite che restano. Se riusciamo a vincere possiamo scrollare di dosso i problemi.

Non c’è bisogno di compattarci. Di fronte alle difficoltà la squadra ha sempre dimostrato di reagire. Chi tiene al bene del Foggia facesse la sua parte rispettando il ruolo degli altri senza cadere in protagonismi. Il gruppo se era rotto sarebbe rimasto tale. La squadra deve solo ritrovare quel coraggio che a tratti hanno dimostrato nelle ultime gare. Dobbiamo convincerci che la continuità fa la differenza. Ogni partita è buona per portare a casa più punti possibili. Il Lecce è una squadra propositiva gestisce bene la palla e sono organizzati bene. Hanno giocatori affermati che hanno fatto già campionati di serie b. Sono sicuro che i miei giocatori faranno una grande partita dal punto di vista caratteriale. Non gli ho chiesto nulla perché tutti abbiamo la voglia di dare continuità ai risultati. Il nostro campionato è fatto di sofferenza e dobbiamo saper osare un po’ di più”.

Fonte: ilfoggia.com

Francesco Beccia

Leggi altre notizie:FOGGIA LECCE