Lecce. Liverani: "Ci aspetta una gara difficile"

Fabio Liverani
Fabio Liverani

Alla vigilia del match con la Cremonese ha parlato mister Fabio Liverani che ha commentato il momento del Lecce, ma anche la prossima gara contro un avversario ostico. Queste le sue parole:

"La squadra a prescindere dai nomi sta bene, non ha dato segnali di stanchezza, c’è stato un po’ di affaticamento dovuto alle gare ravvicinate, ma è una stanchezza sotto controllo quella dovuta al momento e alle prestazioni di grande intensità. Domani giocheremo in uno stadio dove la Cremonese ha concesso poco. E’ una squadra che viene da quattro risultati utili di fila e ha dei valori, che l’avrebbero potuta proiettare nelle zone alte della classifica poi il campo ha detto qualcosa di diverso. Per i valori dell’avversario, ci aspetta una gara difficile, da affrontare con grande attenzione e intensità e bisogna non concedere molto.

Tumminello? In questo momento non è facile per chi sta fuori trovare spazio, ha indubbiamente dei colpi interessanti. Ha bisogno di una scintilla che anche per colpa mia non l'ha trovata. Quota promozione? Direi che un'idea più vicina alla realtà ce la possiamo fare dopo la gara con il Carpi. Se ieri ho visto la gara? No, ieri ho visto Gomorra, c'è tutto il tempo per vederle, sennò perdo le energie e preferisco concentrarle per Cremona. Le parole di Braglia? Mi fanno piacere e lo ringrazio, quando ci siamo affrontati con lui sono state sempre delle grandi battaglie.

Tachtsidis? E' un'operazione fatta tutta dal direttore sportivo, anzi pensavo fosse per noi inarrivabile. Meluso ci ha visto lungo ed è stato veloce nell'operazione. A prescindere se giochiamo in casa o in trasferta il mio modo di preparare la partita è sempre uguale, credo che i punti siano fondamentali in ogni caso e visti i numeri della prevendita, avremo un gran seguito di tifosi giallorossi quindi sarà quasi come giocare in casa. Palombi è un calciatore che a prescindere ha fatto vedere di essere importante, ha avuto qualche infortunio di troppo quest'anno, credo che con un pizzico di cattiveria in più sotto porta avrebbe potuto avere almeno 13-14 gol. Sta recuperando e sicuramente in questo finale sarà un calciatore per noi importante. Scavone è fuori perché ha avuto un po' di affaticamento". 

Matteo Pagano

Leggi altre notizie:LECCE