Lecce. Falco: "Inter già pronta. Servirà spirito di sacrificio" - I AM CALCIO LECCE

Lecce. Falco: "Inter già pronta. Servirà spirito di sacrificio"

Filippo Falco
Filippo Falco
LecceSerie A

Le parole di Filippo Falco in conferenza stampa. L'attaccante del Lecce, autore di un'ottima prova contro la Salernitana, ha parlato del primo impegno che vede i giallorossi impegnati a San Siro:

"Dopo aver esordito in Serie A con la maglia  del Bologna quattro anni fa, ora tornarci con la maglia giallorossa ha un sapore diverso. Sono cresciuto, sono più consapevole dei mie mezzi ed ho maturato quell’esperienza che mi servirà in questo campionato. Mi sento più responsabilizzato dalla maglia 10 perché è un numero importante e voglio onorarlo, l'anno scorso è stato un anno indimenticabile, adesso so che devo lavorare ancora più duramente per impormi in questo campionato e ce la metterò tutta. Nella mia esperienza a Bologna ricordo la prima partita perché ricordo una grande emozione, mi tremavano un po' le gambe però ero anche più piccolo. A San Siro non ci ho mai giocato, ci sarà tanta gente però sicuramente la vivrò in maniera più consapevole.

I nuovi  arrivati sono tutti dei bravi ragazzi che si sono subito integrati in un gruppo che era già affiatato, sono calciatori che di certo non li presento io, hanno esperienza e ci daranno una mano. Domenica scorsa con la Salernitana abbiamo offerto una buona prestazione, ma siamo consapevoli che lunedì prossimo sarà totalmente differente anche se venendo da una vittoria così schiacciante ci aiuta nel morale. Sono sicuro che verrà fuori un bel gruppo. L’Inter ci concederà poco, davanti al loro pubblico vorranno fare bene, ma noi dovremo andare a Milano con personalità e cercare di sfruttare al massimo quello che ci concederanno. Sicuramente i calci piazzati possono essere importanti, ho la fortuna di calciarli io e cercherò di sfruttarli al meglio.

Lapadula è molto generoso, ha caratteristiche diverse dalle mie e può essere fondamentale perché le nostre caratteristiche si completano. Cerchiamo di conoscerci al meglio per metterci nelle condizioni di giocare al meglio entrambi. La filosofia del mister è sempre la stessa, abbiamo lavorato su altri moduli che potrà adottare in qualsiasi partita, ma la base resterà la stessa. A maggio scorso avevamo trovato già l’intesa per il rinnovo di un anno del mio rapporto con il Lecce, sono orgoglioso di questo e sono felice di far parte di questa famiglia perché qui ci sono cresciuto.

Lasciare qui un segno sarebbe il massimo per me e cercheremo di superare i limiti. Io ho sempre preferito giocare che stare in panchina per questo motivo lasciai Bologna per andare a Cesena. Nel calcio non c'è nessuno titolare a prescindere, bisogna conquistarsi la maglia, io cerco sempre di allenarmi al massimo per mettere in difficoltà il mister nelle scelte della domenica. Se c'è spirito di sacrificio credo che potremmo giocare con tre attaccanti puri insieme in campo. Come forma fisica l'Inter credo sia già pronta, Conte è preparato, ho visto qualche amichevole e li ho visti bene. Io non sono ancora al 100%, ma mi sento bene e pronto per la gara".

Matteo Pagano

Leggi altre notizie:LECCE Serie A