Lecce. Liverani: "Verona? Sarà una partita difficile" - I AM CALCIO LECCE

Lecce. Liverani: "Verona? Sarà una partita difficile"

Fabio Liverani
Fabio Liverani
LecceSerie A

Le parole di mister Fabio Liverani alla 

"Rossettini ha fatto una buona gara a Milano. Mancosu e Shakhov hanno una settimana di lavoro in più con la squadra, ma non credo ancora i 90 minuti. La Mantia ha avuto qualche problemino, in realtà come Lapadula, vedremo.  Domani sarà una gara molto fisica, il Verona fa dei duelli il suo punto di forza. Mi aspetto un avversario con tanta aggressività e ben organizzato. Vengono da una grandissima prova con il Bologna e anche quando sono rimasti in inferiorità hanno concesso poco. Sarà una partita difficile, ma alla nostra portata.

Il Verona è molto rinnovato nei calciatori, ma è anche allenato in maniera completamente diversa rispetto all'anno scorso. Ora hanno un'altra idea di calcio, questo è un campionato nuovo e quindi partite nuove. Sicuramente un nuovo allenatore porta entusiasmo, sicuramente non si conoscono benissimo, ma questo lascia il tempo che trova. Juric è un allenatore che ha fatto molto bene a Crotone, poi ha avuto qualche difficoltà con il Genoa, però ha un'identità ben precisa. Per noi è una partita che ci dirà a che livello siamo almeno con le nostre pari. Sicuramente rispetto all'Inter è una partita più alla pari rispetto alle qualità in campo, quello che vorrei vedere domani è alzare il minutaggio di quello di buono che abbiamo fatto a Milano, stare nella partita e non concedere quello che abbiamo concesso all’Inter. 

Il Verona come noi si annovera in quel gruppo che lotterà per la salvezza, credo che nell'arco dell'anno si può cercare di andare a prendere punti un po' ovunque. E' la prima davanti al nostro pubblico questo non vuol dire che avere 25mila spettatori e lo stadio nuovo ti regalano qualcosa. Dobbiamo comunque essere noi gli artefici della passione della gente di Lecce. Imbula chiude il puzzle dei centrocampisti: volevamo un centrocampista fisico, dinamico e con esperienza. Lui rispettava tutte le caratteristiche e sta a noi metterlo nelle condizioni migliori per poter tornare ad essere quel calciatore che poteva puntare alla Champions.

Dell'Orco è un giocatore duttile, ha fatto quasi sempre il terzino sinistro e sicuramente è l'alternativa per la fascia sinistra. La nostra forza in questi anni è stato il gruppo, è da li che abbiamo costruito le fondamenta di quello che abbiamo fatto. Anche l'anno scorso all'inizio è stato un po' più difficile un po' anche per il nostro modo di lavorare, ci vuole pazienza. Dobbiamo giocare con entusiasmo e non con la preoccupazione dei punti. Benzar è pronto per giocare titolare. Se non arrivasse un altro attaccante non è un problema, l'unica cosa sicura è che non compriamo tanto per comprare, se non troviamo il profilo giusto restiamo così senza problemi".

Matteo Pagano

Leggi altre notizie:LECCE Serie A