Lecce. Liverani: "Credo nella salvezza. Serve pazienza" - I AM CALCIO LECCE

Lecce. Liverani: "Credo nella salvezza. Serve pazienza"

Fabio Liverani
Fabio Liverani
LecceSerie A

Le parole di mister Liverani al termine della gara amichevole contro il Cosenza. Un commento più che sulla partita sulla situazione generale della squadra:

Noi abbiamo organizzato questa amichevole per dare minutaggio a chi è in ritardo di condizione. Per noi oggi era veramente importante, abbiamo dei calciatori che ad oggi non possono giocare una partita di campionato e dobbiamo portarli in condizione senza fargli male. Speriamo che Imbula non si sia fatto nulla di preoccupante perché ha bisogno di non saltare allenamenti in quanto chiaramente è particolarmente indietro, lui come Babacar e Farias. 

Babacar credo che ad oggi non possa giocare 90 minuti, ha fatto una preparazione lontano dalla squadra e questo chiaramente l'ha portato a non essere in condizione. Lui gli ultimi 90 minuti li ha giocati ad Aprile ed oggi siamo a settembre, stessa cosa per Farias, quindi diventa difficile oggi pensare di poterli utilizzare sempre da oggi in poi. Ripeto dobbiamo essere bravi a portarli in condizione, tra due-tre partite sicuramente staremo bene a livello fisico e tattico. Mancosu chiaramente è indietro: lui ha fatto solo 17 allenamenti con la squadra ed è normale che non possa essere al massimo.

Dal momento che abbiamo chiuso il mercato abbiamo iniziato a pensare a delle alternative al nostro solito modulo, questa rosa ci da possibilità di variare e di trovare tante soluzioni. Oggi però abbiamo veramente bisogno di arrivare in condizione con tutto il gruppo, quando avremo la rosa almeno al 70-80% sono convinto che la squadra potrà lottare alla grande per salvarsi, ci credo davvero. I nuovi sono giocatori di qualità e utili al nostro obiettivo: devono trovare lo spirito di questa piazza, della proprietà, dello staff tecnico e del gruppo. Bisogna trovare velocemente la mentalità di appartenenza a questa maglia che per me è fondamentale e in questo anche i "vecchi" dovranno aiutare i nuovi. Credo che ci vorrà solo un pizzico di tempo per tornare alla squadra che abbiamo sempre visto.

Vera? Ha solo 19 anni che ha cambiato continente, abitudini, la sua qualità è la voglia di crescere. Lui calcia come pochi in rosa e quindi ha un DNA di giocatore importante, lo dobbiamo formare e avere pazienza. Sono convinto che potrà crescere moltissimo. Ci vuole tanta pazienza perché chiaramente c'è pressione: io però devo estraniarmi e accompagnare i calciatori a quella crescita che vi dicevo prima. I ragazzi del settore giovanile in campo oggi? Sono convinto che ci deve essere una comunione tra prima squadra e primavera, anzi per una società come il Lecce è importante che le due cose si uniscano.

Matteo Pagano

Leggi altre notizie:LECCE Serie A