Lecce. Babacar: "Il mio obiettivo? La salvezza con questa maglia" - I AM CALCIO LECCE

Lecce. Babacar: "Il mio obiettivo? La salvezza con questa maglia"

Khouma Babacar
Khouma Babacar
LecceSerie A

E' stato presentato in sala stampa l'ultimo acquisto del Lecce in questo campionato di Serie A, parliamo di Khouma Babacar. Queste le parole del presidente Sticchi Damiani:

"Sono contento di presentare Babacar che rappresenta per noi un grandissimo sforzo nell'ultimo giorno di calciomercato. Il suo arrivo è stato fortemente voluto dal nostro direttore sportivo e dal mister e va a completare un reparto importante, lui lo completa con delle caratteristiche particolari e questo darà ampia scelta al mister. Non è una bocciatura per gli altri compagni di reparto. E’ stata un’operazione lunga e complicata, ma conclusa felicemente. E' stata divisa in 3 step: il primo a luglio col Sassuolo che ai tempi fece una richiesta per noi inarrivabile, il secondo in cui trovammo una quadra con la società, ma in quel momento il calciatore aveva talmente tante richieste da aver chiesto un periodo di riflessione, poi l'ultimo step nel quale lo stesso calciatore ci ha contattato per dire che aveva scelto noi. A quel punto abbiamo trovato un nuovo accordo con il Sassuolo a condizioni diverse e anche una diversa intesa col calciatore che ha fatto alcune rinunce sul piano economico pur di indossare questa maglia.

Abbiamo chiuso questo mercato con quasi 40 milioni di spese tra acquisizioni e stipendi. Sappiamo che per una neopromossa il primo anno di Serie A è difficilissimo e proprio per questo abbiamo deciso di aumentare il budget. Questo non vuol dire che il compito dell'allenatore sia facile, anzi tutt'altro. Da Liverani non mi aspetto un miracolo, ma un capolavoro come l'ha già fatto nei precedenti due campionati. Noi, come fatto in Lega Pro e Serie B, cerchiamo di fare le cose per bene e tutti uniti e compatti dobbiamo cercare di conservare un clima positivo per poter dare forza a questi ragazzi".

E' stato poi il turno del neo calciatore giallorosso Babacar:

"Avevo subito detto al mio procuratore di accettare la proposta del Lecce, se non vi fosse stata l’opportunità di andare all’estero. Sposo questa causa con cuore e determinazione. Col Torino sarà una partita molto importante per la squadra e per me stesso, noi andremo lì a combattere e vincere, non sarà facile, ma non lo è in nessuna partita. Mister Prandelli mi conosce benissimo, io lo vedo come un padre in quanto mi ha fatto esordire e mi ha fatto fare tante buone prestazioni. Mister Liverani ha già un'idea di come mettermi nelle migliori condizioni. A me piace giocare sia punta centrale, ma anche esterno. Mi aspetto di fare insieme alla squadra un grande campionato e sono convinto che lo faremo.

Quanti gol quest’anno? I miei gol sono la salvezza del Lecce, poi quello che arriverà arriverà. Ho scelto il 30 per un motivo segreto, diciamo che è il mio numero preferito. Dei compagni conosco Rispoli, Farias, Dell'Orco, Lo Faso, mi sono sentito subito a casa perché qui c'è già un bel gruppo. Io sono a completa disposizione del mister, darò sempre il massimo per questa maglia anche se dovessi giocare per un solo minuto. Falco è un grande giocatore e ha anche margini di miglioramento, sono sicuro che lui ci darà sempre una grossa mano. Col Cosenza è stato un bel test per vedere in che condizioni siamo, io da un po' di tempo non giocavo e mi è servito tantissimo. Sicuramente a me è sempre mancata la continuità".

Matteo Pagano

Leggi altre notizie:LECCE Serie A