Lecce. Liverani: "Sassuolo? Gara insidiosa" - I AM CALCIO LECCE

Lecce. Liverani: "Sassuolo? Gara insidiosa"

Fabio Liverani, allenatore Lecce
Fabio Liverani, allenatore Lecce
LecceSerie A

Le parole di mister Fabio Liverani alla vigilia della gara interna con il Sassuolo che si giocherà domani, 3 novembre 2019, alle ore 15.00. Questo il suo pensiero:

"La terza gara in sette giorni è quella più difficile da capire, nel senso che bisogna fare delle riflessioni, assieme al mio staff, per verificare le energie fisiche e mentali dei ragazzi, devo cercare di mettere in campo una squadra equilibrata. La gara di domani con il Sassuolo è insidiosa e mi crea diversi pensieri. Il nostro prossimo avversario è una formazione che se gli lasci spazi diventa molto pericoloso. Se non dovessimo tenere le distanze molto strette tra i reparti avremo problemi perché ti possono fare molto male. Da parte nostra ci vorrà una prestazione di sacrificio e fisica. Ha dei calciatori di qualità e molto veloci penso a Caputo o Berardi, ad esempio se pensiamo di giocare nell'uno contro uno potremo andare in difficoltà. 

De Zerbi è un allenatore che vuole un'identità precisa per la propria squadra e che cerca il risultato attraverso il gioco, cosa che sicuramente ci accomuna, poi chiaramente ognuno ha le proprie idee. La Mantia? Ha le chances di giocare esattamente come tutti gli alti, lui è un calciatore diverso dagli altri e ha avuto meno spazio, ma noi lo stimiamo e lo reputiamo utile alla nostra causa. Benzar? E' pronto e ha recuperato, quindi è disponibile. Majer non è ancora al 100%, resta un dubbio. Imbula non è pronto per giocare dal 1° minuto. La trasferta di Genova ci ha lasciato amareggiati per i due punti persi, ma ci ha dato certezze su alcuni giocatori che erano un po’ indietro come Dell’Orco, Lapadula e Shakhov, che hanno dimostrato di poterci dare una grande mano. 

Nella nostra fase di crescita non siamo in grado di cambiare spartito(modulo), vorrei che tutti imparassero questo per bene e poi eventualmente proporne uno nuovo, per il quale potremmo lavorarci di più nella pausa natalizia. Shakhov può giocare nel ruolo che ha ricoperto a Genova perché ci da un'alternativa diversa sulla trequarti: lui ci da un palleggio e una visione di gioco in più, però è più carente nell'inserimento e nella velocità. Lapadula scontento di uscire a Genova? Non ha detto nulla di che, mi ha detto che mi stava dando al 100%, ma io gli ho detto che lui deve sempre dare tutto. Lui è stato assolutamente educato e io non sono permaloso con i miei calciatori".

Matteo Pagano

Leggi altre notizie:LECCE Serie A