Lecce. Liverani: "4 risultati utili consecutivi. Possiamo crescere" - I AM CALCIO LECCE

Lecce. Liverani: "4 risultati utili consecutivi. Possiamo crescere"

Fabio Liverani
Fabio Liverani
LecceSerie A

Le parole di mister Fabio Liverani, allenatore del Lecce, al termine della gara con il Sassuolo terminata con il quarto pareggio consecutivo per i giallorossi. Il suo pensiero:

C'è sicuramente del rammarico. Oggi era la terza gara di fila di qualità in una settimana, abbiamo giocato con volontà e tanto cuore considerando le tante defezioni.  Negli ultimi 4 giorni abbiamo portato a casa solo 2 punti, invece avremmo potuto conquistarne 6, questo mi dispiace molto. Ma vedo che abbiamo tanti margini di crescita. Ci manca crescere ancora un po' per portare a casa la vittoria. Oggi abbiamo perso due calciatori nel primo tempo e Majer ha stretto i denti il più possibile, alla fine non ce la faceva più. Voglio prendermi comunque il lato positivo: i 4 risultati utili consecutivi che sono importanti per chi lotta per la salvezza, sono veramente tante roba, anche se dobbiamo riflettere sui punti persi. Ci prendiamo questo punto e ci mettiamo a lavoro per la prossima gara.

Il cambio con Riccardi? Meccariello era alla 3^ gara in A dopo mesi di inattività. Dopo 60' era in debito d'ossigeno con Boga, quindi ho cercato di trovare una soluzione per limitarlo, ma è impossibile lì abbiamo avuto le maggiori difficoltà. Abbiamo preso gol da situazione che per me era impensabile: un'imbucata centrale con tre centrali e due terzini schierati, abbiamo letto l'azione in modo sbagliato. 

E' stata una partita bella ed entrambe le squadre potevano vincerla. De Zerbi ha il suo modo di fare calcio e noi oggi siamo il Sassuolo del primo anno. Il cambio di Babacar? Ha preso una botta in allenamento e ieri non si è allenato. Oggi dopo il primo minuto si è accasciato al suolo e poi l'ha rifatto in mezzo al campo, ho pensato avesse un riacutizzarsi del problema alla caviglie e l'ho sostituito.

Lapadula ha ritrovato brio e la porta. Ci sono momenti in cui gli riesce tutto e lui ora fa il lavoro di una squadra che lotta. E' l'identikit giusto di chi lotta per non retrocedere. Falco è un calciatore che in un anno ha dimostrato di essere forte, a Genova ha sfiorato i 12 km percorsi in partita che non li ha mai fatti nemmeno con la macchina. Sicuramente la sua qualità ci serve.

Matteo Pagano

Leggi altre notizie:LECCE Serie A