Fiorentina. Montella: "E' la partita per dare la svolta" - I AM CALCIO LECCE

Fiorentina. Montella: "E' la partita per dare la svolta"

Vincenzo Montella
Vincenzo Montella
LecceSerie A

Le parole di Vincenzo Montella prima della gara tra la sua Fiorentina e il Lecce di Liverani che si giocherà questa sera alle ore 20.45. Questo il suo pensiero sul periodo dei viola e sulla gara con i giallorossi:

La squadra ha voglia di reagire come me, veniamo da due pessime prestazioni ed è inutile girarci intorno. Questo è il primo vero periodo di difficoltà e proprio in questi casi è importante dare una risposta netta sotto il piano tecnico e temperamentale. E' la partita decisiva per dare una svolta, avevamo detto fin dall'inizio che potevano esserci alti e bassi considerando che siamo una squadra giovane e con tanti nuovi interpreti. 

Pedro si sta allenando e sta crescendo, per un calciatore brasiliano ci vuole più tempo e siamo in linea con il percorso ci aspettavamo. Chiesa non si è allenato ieri. Quando vieni dalle sconfitte ci stanno tante voci e critiche. Quando un calciatore recupera da un infortunio deve stare bene sia mentalmente che fisicamente. Ci sono, ad esempio, dei calciatori che possono giocare con le infiltrazioni, altri magari no. A volte capita che si è sicuri a livello fisico, ma non nella testa perché le soglie del dolore cambiano da persona a persona. Non mi sembra di aver detto nulla di eccezionale. Mi auguro che Chiesa possa recuperare perché è un valore per il calcio italiano e per noi.

La squadra corre poco? Nel calcio italiano le squadre che retrocedono sono quelle che corrono di più. Se hai di più la palla, corri di meno, parlo chiaramente di chilometri percorsi. Domenica abbiamo corso un po' meno del Verona, ma non abbiamo perso per questo motivo. Sinceramente faccio fatica a dover spiegare questa cosa ogni volta. L'unica verità è che quando si perde si ha sempre torto.

Commisso? Bisogna fargli i complimenti perché è riuscito a mettere un mattone su una cosa impensabile fino a poco tempo fa con questo nuovo investimento. Siamo molto contenti. Ieri abbiamo festeggiato il suo compleanno, non è contento per l'andamento delle ultime due partite. Come ho detto prima dobbiamo dare risposte come gruppo sia a lui che alla tifoseria. Non è vero che fino ad oggi non gli abbiamo dato alcuna soddisfazione, non estremizziamo, ci vuole equilibrio nei giudizi. L'unico regalo che possiamo fargli è vincere al Franchi con lui presente visto che fino ad ora non è mai successo. Noi dobbiamo dare continuità e andare veloci. Dobbiamo fare una prestazione a livello comportamentale di grandissimo profilo. Perché giochiamo contro una squadra che ha fatto 8 degli 11 punti in trasferta, una squadra con grande entusiasmo e buone individualità. Noi dobbiamo dimostrare di essere superiori sotto tutti i punti di vista.

Liverani? Lo stimo molto, siamo amici. Ha una squadra con grande identità, sta facendo un grandissimo lavoro. Ha portato il Lecce dalla C alla A in due anni. Domani non dobbiamo essere frenetici, sarà una partita dura che si giocherà sui nervi. Non dobbiamo farci condizionare dal periodo, dalle ultime due partite e dal fatto che ci hanno fischiato. Servirà intelligenza, pazienza e qualità Abbiamo voglia di rivalsa. Babacar? E' un calciatore potenzialmente fortissimo, probabilmente poteva fare qualcosa di più rispetto a quanto fatto. E' un calciatore che ha i colpi, ma probabilmente gli manca un po' di continuità, ha ancora tempo, è giovane. Con me ha fatto abbastanza bene, può arrivare ovunque perché ha doti tecniche e fisiche.

Io non ho nessun problema personale con nessun calciatore, anche con quelli che giocano meno. Ci possono essere divergenze di vedute perché uno vuole giocare di più. Io sento la squadra coesa e convinta e dobbiamo dare una risposta comportamentale in campo. Ho idee molto chiare su come sostituire gli assenti. Scenderà in campo una squadra adatta e che avrà voglia di vincere.

Le neopromosse hanno alzato il livello rispetto agli ultimi anni. Stanno aumentando le difficoltà per le migliori squadre del campionato su tutti i campi e questo è sicuramente merito loro.

Matteo Pagano

Leggi altre notizie:LECCE Serie A