Lapadula tiene ancora in vita il Lecce: col Brescia finisce 3 a 1 - I AM CALCIO LECCE

Lapadula tiene ancora in vita il Lecce: col Brescia finisce 3 a 1

Lapadula
Lapadula
LecceSerie A

Il Lecce ritrova la vittoria e fa restare ancora accesa la fiammella della speranza di una permanenza in Serie A. Nel frattempo il Genoa vince anche contro la Samp e si tiene a debita distanza. I giallorossi vincono grazie ad una doppietta di Lapadula e ad un gol di Saponara nella ripresa.

Primo tempo. Parte bene il Lecce che vuole trovare subito il gol del vantaggio. Al 5' Saponara si lancia in attacco e lancia per Lapadula che però non ci arriva. All'8' Cross di Falco per la testa di Lapadula, la spizza solo leggermente e la palla finisce fuori. Al 13' Mancosu sfiora il gol: solo a pochi passi dalla porta calcia sul portiere. Al 22' i giallorossi trovano il vantaggio: punizione battuta da Falco per la testa di Lapadula che ci arriva con il tempo giusto e la manda in porta. Un minuto dopo risponde subito il Brescia: Zmrhal però colpisce il palo, poi Gabriel manda in angolo. Al 33' il raddoppio dei giallorossi: Lapadula da posizione defilata sfrutta il rimpallo di Joronen e con un tiro perfetto batte il portiere del Brescia. Al 40' stop e tiro di Donnarumma dal limite dell'area, calcia male però e la palla va alta sulla traversa. Succede poco altro e dopo 4 minuti l'arbitro fischia la fine della prima parte di gara.

Secondo tempo. Il Lecce rientra in campo senza Lapadula e la differenza si fa sentire subito. Con il passare di minuti il Brescia diventa padrone del gioco e si rende sempre più pericoloso. Al 63' il gol che riapre la gara: mischia in area e Dessena trova la girata giusta che batte Gabriel. I giallorossi vanno in sofferenza anche perché sono senza punte dopo l'uscita di Falco. Al 70' Tachtsidis recupera palla e serve Saponara: il centrocampista giallorosso supera due difensori e va al tiro di destro, preciso e potente. Tre minuti dopo Majer da posizione defilata va al tiro, questa volta Joronen è bravo a respingere la palla in angolo. All'81' angolo Brescia: palla sulla testa di Tonali che stacca di testa con il tempo giusto, ma non trova la porta. All'84' sugli sviluppi di una punizione colpo di testa di Mateju che impegna Gabriel, bravo a bloccare la sfera. Un minuto dopo Barak si trova a pochi passi dalla porta, tira, ma Joronen è bravissimo a respingere. Succede poco negli ultimi minuti della gara e dopo 5 minuti di recupero la partita si conclude così.

Matteo Pagano

Leggi altre notizie:LECCE Serie A