Spareggi da subito: il nostro suggerimento alla LND sull’Eccellenza - I AM CALCIO LECCE

Spareggi da subito: il nostro suggerimento alla LND sull’Eccellenza

ECCELLENZA
ECCELLENZA
MateraEccellenza

Mentre ancora regna l’incertezza su come e quando l’Eccellenza riprenderà il proprio cammino in tutte le Regioni, in molti si stanno facendo la stessa domanda: come salvaguardare il massimo campionato regionale senza il meccanismo delle retrocessioni. Davvero si vuole rischiare di vedere squadre pronte a schierare in campo i ragazzini mandati a perdere clamorosamente contro formazioni che devono giocarsi l’accesso alla categoria superiore? Noi proviamo a dare un suggerimento alla Lega Nazionale Dilettanti.

Dato che la decisione di riprendere è direttamente figlia del cercare di salvare la regolarità del finale di Serie D, che si crei un meccanismo allargato in stile play off di Serie C per le società di Eccellenza che davvero puntano al salto di categoria. Un esempio: se su 16 squadre in una regione come la Basilicata ci sono 8 società pronte a giocarsi la promozione, gli si permetta di farlo in una sorta di “final eight” da svolgere in un periodo e in un luogo preciso. Un torneo ad eliminazione diretta rapido, che ipotizzerebbe un dispendio economico minore sul piano sanitario, meno partite e quindi meno rischi di contagi. Il tutto magari in un periodo caldo come quello di maggio, e una preparazione da svolgere da marzo per ritornare a sentire il profumo dell’erba e per rinvigorire i muscoli senza rischi di infortuni pesanti, visto l’ormai lungo periodo di stop al quale i giocatori sono stati costretti. Con buona pace di chi non vuole o non può riprendere a determinate condizioni per non correre rischi, sanitari e sopratutto economici. Garantendo il risultato finale che si vuole ottenere, ovvero decretare sul campo le squadre che approdano in Serie D in sostituzione di quelle che retrocederanno. Ovviamente il tutto dovrà essere valutato di regione in regione. Un gran bel lavoro per i Comitati regionali, ma davanti ad una pandemia si fa questo ed altro. Come si accederebbe alla fase finale? Semplice: una classifica in base alle gare già giocate. Qualcuno deve recuperare? Gioca come da calendario iniziale, se l’avversario non c’è si riceve la vittoria a tavolino. Il tutto per giocare, giocare poco ma in sicurezza, e garantire la regolarità dei campionati.

Giovanni Colucci