Il Lecce perde contro il Venezia: Forte fa sorridere i lagunari - I AM CALCIO LECCE

Il Lecce perde contro il Venezia: Forte fa sorridere i lagunari

Corini
Corini
LecceSerie B

Il primo match tra Venezia e Lecce finisce 1 a 0 per i lagunari. Non un risultato disastroso per gli uomini di Corini, ma preoccupa la brutta prestazione e la mancanza di idee in attacco. 

Primo tempo. Il Venezia parte subito forte e sarà il leitmotiv di tutta la prima frazione della gara. Al 5' subito pericolosi i padroni di casa: sugli sviluppi del corner Modolo interviene di coscia e manda la palla di poco al lato. Al 9' ancora il difensore della squadra di Zanetti a rendersi pericoloso: gran rovesciata sugli sviluppi di una punizione, questa volta blocca Gabriel. Al 21' azione bellissima di Johnsen sulla sinistra, assist per Aramu che calcia, ma va troppo centrale per impensierire Gabriel. Cinque minuti dopo è ancora il centrocampista del Venezia a sfiorare il vantaggio: gran tiro dalla distanza con la palla che finisce di poco alta sulla traversa. Al 34' primo e unico tiro del Lecce di tutta la prima frazione: cross di Maggio in area, cross che va sulla testa di Stepinski che colpisce bene, ma troppo centrale, il portiere para facilmente. Al 35' rispondono subito i padroni di casa con Maleh anche in questo caso colpo di testa che però finisce alto sulla traversa. Al 39' l'occasione più clamorosa per il Venezia: gran giocata di Johnsen che vince un duello e serve Forte, tiro a botta sicura che però trova il miracolo di Gabriel che riesce a respingere. Succede poco altro negli ultimi 5 minuti con il Venezia sempre in avanti.

Secondo tempo. Pronti-via e lo spartito non cambia, il Venezia passa subito in vantaggio dopo un minuto e mezzo: Aramu serve in area sulla destra Maleh, passaggio all'indietro per Forte che è bravo e veloce a concludere in porta e battere Gabriel. Al 50' ci prova Coda servito in area da Majer, il centravanti si gira e calcia, ma non crea problemi a Maenpaa. Al 54' ennesima iniziativa di Johnsen che mette un pallone velenoso al centro dell'area, questa volta però non c'è nessun compagna e la palla si spegne in fallo laterale. Al 62' Aramu nota Gabriel fuori dai propri pali e ci prova dalla lunghissima distanza, il portiere però si riposiziona e blocca la sfera. Al 66' Taugordeau batte una punizione diretta in porta, Modolo però segna di mano e viene ammonito. A questo punto i ritmi si abbassano tanto, il Lecce ci prova con 3 cambi: dentro Henderson, Nikolov e Yalcin per Björkengren, Majer e Stepinski. All'84' Hjulmand di testa raccoglie la palla e serve Nikolov che cerca subito di girarsi e calciare in porta, ma la palla non impensierisce Maenpaa. Succede poco altro e dopo 3 minuti l'arbitro fischia il finale della gara.

Matteo Pagano

Leggi altre notizie:LECCE Serie B